10° festival canoro del Palio dei Rioni: trionfa il rione Montemagno Seimiglia

10° festival canoro del Palio dei Rioni: trionfa il rione Montemagno Seimiglia

20 Dicembre 2016 0 Di AdminPalio5001

È andata al Rione Montemagno Seimiglia la decima edizione del Festival Canoro del Palio dei Rioni. Ad alzare il trofeo, consegnato dal Sindaco Del Dotto e dal Presidente del Comitato Carlo Rosi, è stato Lorenzo Ghiselliche ha deliziato il pubblico con “La voce del silenzio”, celeberrima canzone interpretata da Mina.

Un’edizione di grande successo che ha visto i bimbi della Scuola dell’Infanzia “Arcobaleno” portare il loro caloroso augurio di buon Natale come preambolo della contesa. Proposta di alta qualità per tutti i quindici rioni che hanno allietato la serata al numeroso pubblico del Palasport di Camaiore. A passare alla finalissima sotto l’occhio vigile dei tre giudici Alberto Macaluso, Simone Rossi e Daniele Barsotti, sono stati Linda Raffaetà per il Rione Casoli – con “Halleluja” di Alicia Keys – i White Velvet per il Rione Vado – con “Labyrinth” di Elisa – Elena Pardini accompagnata da Alex Bimbi per il Rione Pieve – con “Emozioni” di Lucio Battisti – e infine proprio il vincitore uscito dal ripescaggio delle tre batteria.

Prima della serie finale si è tenuta la cerimonia di consegna da parte dell’Amministrazione Comunale degli attestati di merito a Paola Rosi e Daniele Pardinivicecampioni al Mondiale di ballo per le danze standard. La competizione è stata serratissima: Lorenzo Ghiselli e il Rione Montemagno Seimiglia hanno prevalso per una manciata di voti su Linda Raffaetà e il Rione Casoli, che in finale ha interpretato “Margherita” di Riccardo Cocciante. Sul terzo gradino del podio Elena Pardini accompagna da Alex Bimbi per il Rione Pieve e al quarto posto i White Velvet per il Rione Vado che nell’ultima tornata hanno interpretato un inedito. Il Premio della Critica, conferito dal Comitato Palio, è andato a Silvia Dati per il Rione Pontemazzori, grazie all’interpretazione de “Il genio del bene” di Mina.

Fonte : La Gazzetta di Viareggio del 20/12/2016