Il duo Cochlea porta il Lido alla vittoria

Il duo Cochlea porta il Lido alla vittoria

18 Dicembre 2018 0 Di AdminPalio5001

Il rione si è aggiudicato  la XII edizione del festival canoro grazie al rock alternativo del giovane gruppo musicale «Non ce lo aspettavamo»

È il Rione Lido con i Cochlea a prendere il testimone del Casoli (Linda Raffaetà) e aggiudicarsi la XII edizione del Festival Canoro del Palio dei Rioni di Camaiore condotto da Lucarini e Montaresi. Il gruppo composto da Brunilde Galeotti e Daniele Busatti Bei (alla prima partecipazione come Cochlea) trionfa con il suo rock elettronico, alternativo. 

Ospiti della serata la Filarmonica Versilia DEB con le sue esilaranti scenette ed il musicista Carlo Marchi detto “Pasubio” che si è esibito con i musicisti del gruppo La Marea. Il Festival rappresenta da sempre l’evento conclusivo della stagione del Palio di Camaiore e per Carlo Rosi è stato l’ultimo atto come presidente del Comitato Palio. 

Grande emozione alla vigilia per Rosi che continuerà a seguire i Rioni nel percorso verso un nuovo presidente. Percorso ad oggi ancora lontano anche se Rosi si auspica che venga trovato un sostituto al massimo entro marzo. Con la nuova formula tutti e 14 gli artisti si sono esibiti prima che la giuria, composta dalla presidentessa Maria Vecoli, Simone Rossi, Luca Orlandi, Samanta Giorgetti e Sergio Manai, si esprimesse scegliendo i tre finalisti. A colpire la giuria di esperti (musicisti, cantanti, insegnanti di musica, cabarettisti) sono stati Frati, Montebello e Lido. Per il rione Frati Chiara Ramello, accompagnata alla chitarra da Stefano Lavorini ha poi proposto Perfect di Ed Sheeran; Montebello con Laura Sale, che indossava per l’occasione il colore del Rione, ha portato It’s oh so quiet di Bijork e per finire sono saliti sul palco i Cochlea per il Lido con l’inedito “Mostri”. E proprio il sound dei Cochlea ha convinto la giuria, secondo posto per Montebello, terzo per Frati. Per il secondo anno consecutivo il premio della critica è andato al gruppo La Marea (semifinalisti anche a Sanremo Rock), quest’anno in gara per il rione Vado. «Non ci aspettavamo di vincere – dice Brunilde Galeotti per i Cochlea – poter suonare la nostra musicaci riempie di soddisfazione. Conosciamo i ragazzi del Lido e partecipiamo per l’amicizia che ci lega». Insieme dal 2013, con il secondo CD’La Vita Invisibile’uscito a Maggio (disponibile anche su Spotify) dedicano la vittoria all’anno che verrà. —

Fonte : Il Tirreno del 17/12/2018 di Nicoletta Dati